Viviamo con le emozioni che ci regalate!

04/08/08

Il pazzo chirurgo Frankenstein della Maschera - La Critica de L'Arena

Dal quotidiano L'Arena del 4.08.2008
Di Elisa Albertini 

Il pazzo chirurgo Frankenstein della Maschera

«Lupo ululà… castello ulilì». Questa è soltanto una delle più famose battute del film cult del 1974 Frankenstein Junior del geniale Mel Brooks e di Gene Wilder che ha dato ispirazione per l’omonima opera teatrale, allestita dalla compagnia La Maschera, che - da stasera (alle 21.15) a martedì 12 - farà rivivere, a chiostro di Sant’Eufemia, gli esilaranti personaggi della fortunata pellicola.
Ispirandosi al romanzo gotico originario del 1831 di Mary Shelley e alla parodia hollywoodiana, lo spettacolo, che è un libero adattamento del regista-attore William Jean Bertozzo, racconta le surreali avventure di Frederick Frankenstein, noto e stimatoneurochirurgo. Professore in una Università americana, egli riceve il misterioso invito a recarsi nel castello in Transilvania (che fu del famoso nonno, il barone Victor von Frankenstein) per entrare in possesso di alcuni lasciti testamentari. Qui Frederick scopre un manuale di istruzioni per ridare la vita ai morti e, con l’aiuto del servo gobbo Igor, e della sensuale assistente Inga, crea un mostro che, pur terrorizzando tutti gli abitanti del luogo, in realtà non è cattivo e chiede soltanto di essere amato.
«Con questa divertente commedia», dice Bertozzo, «festeggio i miei primi dieci anni di attività da regista della compagnia. Per l’occasione, insieme al gruppo, ho scelto di portare in scena il riadattamento di una delle più riuscite parodie del grande Mel Brooks. Il testo si basa soprattutto sulla sceneggiatura originaria. Abbiamo mantenuto le battute più esilaranti e conosciute e i personaggi più importanti. Abbiamo anche conservato le tipiche atmosfere, con ambientazioni tetre e anguste e colori cupi. La principale novità rispetto al film è la presenza di scene tagliate nella versione cinematografica perché ritenute poco funzionali e invece molto utili per la rappresentazione teatrale»

0 commenti:

Posta un commento