Viviamo con le emozioni che ci regalate!

LA MASCHERA TEATRO


La Compagnia Teatrale La Maschera è una compagnia teatrale amatoriale di Verona. Si costituisce come Associazione Culturale senza scopo di lucro. Dal 1997 partecipa alla rassegna estiva "Teatro nei Cortili" mettendo in scena ogni anno una nuova produzione teatrale destinata alla visione del pubblico dell'Estate Teatrale Veronese, teatri, associazioni, rassegne, enti pubblici, comitati e quanti altri ne facciano richiesta. 

LA STORIA 
La Compagnia Teatrale La Maschera nasce nel 1989, dalla passione di un gruppo di amici, quasi tutti del quartiere Valdonega, che amano il teatro e che, ospitati dall'allora piccolo teatro parrocchiale di San Benedetto, iniziano a provare a recitare semplici commedie. 
Il primo regista è Tiziano Battistoni. L’esordio avviene nel corso dello stesso anno con tre atti unici di Bruno De Cesco: "Co ghe xè temperamento", "Ti xè sempre el me amor", "Invito al concerto". Proseguendo in questa direzione, il repertorio della Compagnia La Maschera di arricchisce di altre commedie dialettali: gli atti unici di De Cesco "El Pitor de la Madona" e "El mestier orbo" (1990), la commedia "El Moroso de la Nona" di Giacinto Gallina (1991) premiata a Venezia nella rassegna nazionale delle compagnie teatrali amatoriali, le farse "Abbasso il Frolloccone" di Vittorio Metz, "La tinozza" e "I montefortiani" (1992). Nel 1993, mentre sta curando la regia de "L'Antenato", Tiziano Battistoni è costretto a ritirarsi per motivi di salute. 

La Maschera si costituisce in circolo ANSPI e assolda come nuovo regista Francesco Puliero.  Nel 1995, dopo il rinnovamento di parte degli attori, va in scena la commedia brillante "Non Sparate sul Postino" di Derek Benfield. L’opera, tradotta da Roberto Puliero, è stata rappresentata anche a Concordia Sagittaria (VE), a Malcesine, a Cologna Veneta ed a Monteforte d’Alpone. La regia successiva è per "I Pettegolezzi delle Donne" di Goldoni, rappresentato anche a Modena. Nel 1997 va in scena "Sarto per Signora", opera brillante di Feydeau. Con questa commedia inizia la partecipazione annuale de La Maschera all'Estate Teatrale Veronese. Nel 1998 viene portata ai Cortili la commedia "I Pettegolezzi delle Donne" ed in quest'anno inizia la collaborazione con la compagnia di William Jean Bertozzo che, al momento delle dimissioni di Francesco Puliero, diviene il nuovo regista e responsabile artistico della Compagnia Teatrale La Maschera. 
Con la regia di Bertozzo, vengono messe in scena diverse commedie con particolare apprezzamento per gli autori inglesi: "Tredici a Tavola" di Marc Gilbert Sauvajon (1999), "La Finta Ammalata" di Carlo Goldoni (2000), "Il Ventaglio di Lady Windermere" di Oscar Wilde (2001), "Pigmalion" di George Bernard Shaw (2002), "L'importanza di essere Onesto" di Oscar Wilde (2003), una nuova edizione, riveduta e corretta, di "Tredici… a tavola!" (2004), "Quando il marito va a caccia" di Georges Feyedau (2005). In seguito viene scelto di rappresentare il testo "Sganarel", in una versione riscritta ed ampliata da W. J. Bertozzo a partire dalla commedia di Moliere e l'anno successivo si va in scena con "L'Erede Fortunata" di Carlo Goldoni. La scelta per il 2008 realizza il sogno nel cassetto di alcuni dei componenti della compagnia che adorano un cult movie: "Frankenstein Junior". La versione teatrale ha avuto un notevole successo, grazie anche all'allestimento scenico geniale ed efficace che ha rispettato il più possibile l’impianto del film. Nel 2009 si torna al classico con "Quando Amor Comanda", tipico esempio di Commedia dell’Arte tratto dal canovaccio di Tiberio Fiorilli. Nel 2010 viene realizzata la commedia "Le Furbarie di Scapin", tratta da Moliere. William Jean Bertozzo conclude la sua collaborazione con la Compagnia La Maschera nel 2011 mettendo in scena ben due testi "La Bancarotta" di Carlo Goldoni e "L'altare", scritto da Bertozzo stesso e tratto dal libro "Un altare per la madre" di Ferdinando Camon. 

Dal dicembre 2011, l'arrivo del nuovo regista Ermanno Regattieri, porta nuova linfa a La Maschera che, come in una favola, rinasce a nuova vita! La Compagnia si rinnova inserendo un gruppo di ragazzi promettenti e si cimenta in una commedia musicale intitolata "Favolescion", scritto della coppia di commediografi romani Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli, che ottiene un incredibile successo di critica e di pubblico e segna un'importante tappa nella storia della Compagnia. 
Nell'estate del 2013, La Maschera debutta con "Nelle Migliori Famiglie" dei commediografi americani Anita Hart e Maurice Braddel, uno spettacolo brillante ambientato negli anni Venti. 
Nel 2014 viene presentato alla rassegna "Teatro nei Cortili" il nuovo lavoro de La Maschera tratto da "Il Povero Piero" di Achille Campanile, romanzo adattato a pièce teatrale dallo stesso autore. 
Il 2015 è un anno di grandi cambiamenti per La Maschera: alcuni attori vanno, altri vengono e motivati da nuovi stimoli creativi nasce "Attori fuori scena", un lavoro teatrale frutto di spunti di scrittura collettiva e arricchito da fantasiose improvvisazioni sulla scena. 

LE COMMEDIE 
Vai alla pagina delle commedie